Cosa Vedere

Portofino, a World apart
13
July 2010

Il Castello Brown, fortezza di Portofino.

Portofino Castello Brown

Il castello Brown è circondato da un giardino mediterraneo ricco di fiori, roseti e pergolati. Tutto intorno il panorama è incantevole aprendosi sul golfo fino a punta Baffe e dal terrazzo sull’ingresso di Portofino.

E’ un posto davvero indimenticabile, sia per la vista che offre, la circostanza in cui risiede e la tranquillità che Vi avvolge rendendoVi sereni e ben disposti.

Consigliato. Anni addietro venne usato per il celebre party della regata velica Trofeo Zegna.

Acquistata nel 1870 dal console inglese Sir Montague Yeats Brown, fu restaurata dall’arch. D’Andrade. Proprietà Comunale dal 1961, è stato oggetto di recente restauro conservativo ed è aperto alla visita turistica Ospita la sede di rappresentanza dell’Area Marina Protetta di Portofino.

Fu eretto intorno all’anno 1000 in posizione dominante per controllare l’ingresso all’insenatura. Nei secoli successivi fu più volte ristrutturato ed ampliato. Durante dei lavori sono state rinvenute alla sua base tracce di una preesistente torre romana databile molto probabilmente tra il II-III secolo d.C.

E’ dal 1961 proprietà del Comune di Portofino che spesso lo utilizza per esposizioni. Il castello merita sicuramente una visita per lo stupendo panorama che si gode su tutta Portofino e la baia.

Le pareti dell’edificio ospitano numerosi bassorilievi e arredi architettonici in marmo o in ardesia.

Nella prima sala vi sono alcuni mobili originali e arredi architettonici oltre ad una parete con finestre in stile gotico. Si accede al terrazzo dove un tempo erano allogate le artiglierie. Il console Brown da cui prende il nome il castello, in seguito trasformò questa area in uno splendido giardino.

Per salire al piano superiore si attraversa una scala ricoperta da “laggioni”. L’uso delle maioliche per rivestire le pareti era molto diffuso in Liguria, come stile proveniente dalle aree del Mediterraneo e dal mondo arabo.

Nella scala del castello è posta una maiolica raffigurante un Presepe, copia della Adorazione dei Magi attribuita ai Gagini (XV sec.), mentre l’originale si trova a Genova in via Orefici 47r. Nel vano scale è possibile ammirare una copertura medievale in legno a cassettoni dipinte con immagini di santi, martiri e regnanti.

La sala al primo piano è coperta da volte a crociera di tipo lombardo, in cui campeggia al centro un grande trittico e sulla destra una stufa in maiolica. La sala circolare della torre è stata profondamente ristrutturata.
L’edificio si compone di un altro piano, chiuso al pubblico perchè ospita il Centro Meteo Mursia.

Ospita la sede di rappresentanza dell’Area Marina Protetta di Portofino. Richiede una passeggiata per raggiungerlo di circa 15 minuti. Si consiglia di munirsi di bevande e scarpe adatte. Nel pomeriggio, un golfino sulle spalle, è sempre consigliato a Portofino.

Portofino, un mondo a parte.