Parco di Portofino

Portofino, a World apart
16
April 2011

Dopo Ruta, San Nicolò.

L’insediamento, di ridottissime dimensioni, comprende una bella chiesetta romanica eretta nei primi anni dei XII secolo dai monaci della congregazione di San Auto ed un grande caseggiato ad uso civile, frutto della trasformazione ottocentesca dell’attiguo convento.

Oggi è ancora abitato da poche famiglie di pescatori, un tempo assai più numerose, essendo molto attiva la pesca alla Foce di Punta Chiappa. A Porto Pidocchio i pescatori tenevano le barche e le reti che venivano calate lungo la costa del promontorio.

Al mattino di buon’ora essi erano raggiunti dalle loro donne, che scendevano dalle case di San Nicolò per salare le acciughe o per aiutare i mariti a sistemare gli attrezzi da pesca. Alla sommità del promontorio, a partire da nord si notano le antenne a traliccio del ripetitore Rai di Portofino, nei pressi delle quali sorge l’hotel Portofino KuIm costruito nei primi anni del 1900 e recentemente restaurato.

Più oltre, sempre sul crinale, sorgono la roccia dei falchi e il belvedere Paradiso, che ha suggerito il nome del golfo che si apre con un ampio arco sotto di esso.

Portofino, un mondo a parte.